Facebook   Twitter   YouTube Channel

Ginevra, che sorpresa

Ginevra, che sorpresa Data: 04/03/2010
Fonte: Fastweb Viaggi


Meta ideale per chi ama farsi stupire, la metropoli più piccola del mondo offre ai propri visitatori un connubio di bellezze naturali, storiche ed artistiche che si fondono perfettamente tra di loro nella sua atmosfera altamente cosmopolita.

E’ la seconda città della Svizzera e la più piccola delle grandi metropoli. Ginevra è una realtà tutta da scoprire in una cornice indimenticabile: racchiusa dalle montagne, si specchia nel famoso lago là dove riconfluisce con il fiume Rodano. Sede europea dell’Onu e di numerose organizzazioni internazionali è definita “capitale della pace” e porta con sé una lunga storia ricca di eventi e personaggi illustri.

A lasciare un segno indelebile nell’epopea della metropoli svizzera furono certamente la riforma calvinista e Giovanni Calvino stesso, che durante la sua permanenza nella città esercitò una forte influenza nella storia ginevrina non solo sotto l’aspetto religioso. Oggi Ginevra costituisce un importante punto di incontro tra diverse confessioni, pur conservando la sua identità protestante viva fin dalle origini della Riforma, durante la quale interpretò un ruolo fondamentale, ancora oggi celebrato dal famoso Muro dei Riformatori, uno dei monumenti più visitati della città con le sue imponenti statue raffiguranti le più significative personalità del Protestantesimo.

Situato nella zona universitaria, lungo le mura cittadine, il muro non è l’unico monumento religioso degno di interesse, sono molti i luoghi di culto da visitare nella piccola metropoli svizzera, tra cui certamente spicca la Cattedrale di Saint-Pierre che, con la sua lunga storia e le diverse trasformazioni subite, mantiene vivi i retaggi dell’evoluzione confessionale della città.

Ma Ginevra è ricca anche di monumenti civili per i quali è possibile spaziare tra testimonianze antiche, come il Municipio cittadino, di cui l’elemento più antico (la Tour Baudet) risale al XV secolo, o gli Antichi Arsenali e, comunque, la splendida Città Vecchia nella sua totalità, ed elementi moderni come il palazzo di Le Corbusier, il caratteristico getto d’acqua alto 140 metri che sovrasta il lago ed in qualche modo costituisce un po’ il simbolo della città.

Non sono da meno gli immensi parchi, di cui il più bello e ricco di attrazioni è certamente il Jardin Anglais, all’interno del quale è possibile visitare il colorato orologio fiorito, connubio di tecnologia e arte floreale con la sua lancetta dei secondi più lunga del mondo (2,5 metri) e le migliaia di fiori che cambiano con l’alternasi delle stagioni, conferendo all’orologio un aspetto sempre diverso, e l’imponente Monumento Nazionale raffigurante due figure femminili con  scudo e spada che rappresentano Ginevra e la Svizzera.

Sono davvero moltissime le cose da vedere ed anche la natura offre degli spettacoli eccezionali grazie agli splendidi monti e al lago, da cui emergono due rocce risalenti all’Era Glaciale le Pierres du Niton. Tra itinerari in mezzo alla natura e visite a sfondo storico, artistico e culturale, Ginevra sarà una città che non smetterà mai di stupire i propri visitatori, accogliendoli per tutto l’anno nella sua atmosfera cosmopolita e non facendo mai mancare divertimenti ed intrattenimento.



torna indietro altre news

Leggi anche

Berlino: Hotel strani

Berlino: Hotel strani

Una notte a Berlino offre sorprese inimmaginabili! Potrete dormire nella camera delle gabbie dei leoni così come nella...continua »
Irlanda in festa per San Patrizio

Irlanda in festa per San Patrizio

Durante il St Patrick's Festival Dublino da il meglio di sé mostrando tutta la verve dei suoi abitanti. Per...continua »
 States a pagamento

States a pagamento

Una tassa sui turisti per promuovere il turismo? Sembra un gioco di parole e anche una presa in giro, ma a quanto pare è...continua »