Facebook   Twitter   YouTube Channel
 

Parigi: Cosa mangiare

La cucina francese è in tutto il mondo sinonimo di raffinatezza e sperimentazione, ma le abitudini quotidiane dei francesi a tavola sono in realtà molto più semplici: ingredienti tipici del pasto di ogni francese sono, infatti, mai il pane, soprattutto la tradizionale baguette, i formaggi, il vino, i salumi e le salse.

Queste ultime occupano un posto di rilievo nella tradizione alimentare francese: infatti, esse non solo accompagnano immancabilmente gli antipasti, ma si sposano anche con le insalate ed in generale con le principali portate di carne.

I francesi abitualmente consumano tre pasti giornalieri, che per orari e contenuti non differiscono molto dai nostri (se non, ovviamente, per la mancanza della pasta!).Si comincia la giornata con le petit dèjeuner (la colazione), a base di caffè o the, croissant, pane, burro e marmellata; segue le dejeuner (pranzo), composto da almeno due portate: un antipasto ed un piatto principale, accompagnati da un tagliere di formaggi, frutta e dessert; infine, le diner( la cena), simile al pranzo.
Gli antipasti più diffusi sono quelli a base di verdure cotte e le immancabili salse; seguono, per popolarità, quelli più elaborati a base di carne, pesce o selvaggina, come i patè o le terrine; ai palati raffinati sono invece riservate le rinomate escargots (lumache), i moules (molluschi), le huitres (ostriche) e l'astice. Il piatto principale è spesso una zuppa: tradizionale è quella con le cipolle, ma diffuse sono anche quelle con patate, legumi o crostacei. Tra i piatti di carne meritano di essere citati il bue alla bourguignonne, il coq au vin e l'entrecote.

I tipici locali parigini dove gustare la cucina locale sono principalmente i bistrot e le brasserie: più informali e semplici i primi, più eleganti e di tendenza le seconde.
I Bar à vin o i Bar à champagne sono ideali per assaporare i migliori vini francesi, accompagnati da formaggi e salumi.
I Bar in generale sono molto amati dai parigini, che non si limitano a gustarvi un caffè, ma li considerano anche un luogo di ritrovo culturale e di intrattenimento.