Facebook   Twitter   YouTube Channel
 

Venezia: Basilica Di San Marco

Venezia- Basilica Di San Marco Piazza San Marco

La Basilica di San Marco, detta anche Basilica marciana, è il monumento che meglio rappresenta Venezia e il suo antico potere marittimo e commerciale. La chiesa si affaccia su Piazza San Marco ed è adiacente e collegata al Palazzo Ducale. È sede del patriarca di Venezia e contiene le spoglie di San Marco Evangelista.

La basilica sorge sui resti di un’altra chiesa, nel luogo in cui la leggenda racconta che un angelo indicò a San Marco, in navigazione verso Roma, il luogo della sua sepoltura;
Le spoglie del santo erano custodite ad Alessandria e furono trafugate nel 828 da due mercanti veneziani, Buono da Malamocco e Rustico da Torcello , che erano soliti fermarsi a pregare sul sepolcro del santo. I resti mortali di San Marco furono trasportate in nave a Venezia nascoste nascoste in una cesta di ortaggi e maiale per evitare i controlli dei musulmani. Una volta giunte a Venezia il doge ordinò la costruzione di una nuova chiesa per custodire le spoglie del Santo. Questa scelta fu strategicamente valida dal momento che il possesso delle reliquie di un santo, nel medioevo, era fonte di molti guadagni.
Essa fu consacrata nel 1094. La città adottò come emblema il simbolo di San Marco, il leone alato con la spada che rappresenta le virtù civili, la forza, il coraggio.

La Basilica è costituita da cinque cupole che poggiano su quattro volte sorrette da quattro pilastri.

Durante i secoli la chiesa ha subito molte trasformazioni, spesso per motivi di carattere politico o di rappresentanza e si è arricchita di immensi tesori, provenienti anche dall’oriente. Ispirata alla Chiesa dei Dodici Apostoli di Costantinopoli la sua architettura è un misto tra quella bizantina, romana e veneziana e si nota la mano di molti artisti diversi e di diverse origini.

Da ammirare la facciata della chiesa che è un capolavoro della scultura gotica divisa in un doppio ordine di cinque arcate. Nella prima arcata troviamo il mosaico “Traslazione del corpo di San Marco nella chiesa”; nella seconda “Il corpo di San Marco venerato dal doge”. I bassorilievi nella zona centrale rappresentano i mestieri di Venezia. Nella quarte e quinta arcata troviamo altri mosaici sempre riferiti a San Marco. Sulla facciata superiore vi sono le copie dei quattro cavalli di bronzo (gli originali si trovano all’interno nella Galleria San Marco) che il doge Enrico Dandolo spedì da Costantinopoli nel Duecento, dopo la IV Crociata. Sul fianco che si affaccia sul Palazzo ducale si può ammirare la pietra del bando, da cui si leggevano le ordinanze della Repubblica.

La particolare pavimentazione della Chiesa è di chiara ispirazione bizantina. all'interno del quale troviamo diverse rappresentati animali, con riferimento ai simboli dei bestiari medievali.

La struttura della Basilica è a croce greca con una cupola centrale e su ogni campata troviamo quattro cupole emisferiche su cui, nel Duecento furono costruite delle piccole cupole a bulbo.
All’interno la chiesa è decorata con meravigliosi mosaici a fondo d’oro, rappresentanti rappresentazioni riguardanti la vita del Santo episodi dell'Antico e del Nuovo Testamento, risalenti a un periodo che va dal XII al XIV secolo. Nella Basilica  si resta molto colpiti per la grandiosità e l’armonia dei volumi ma anche dalla particolare luce che proviene dall’alto e che sembra separare il mondo terreno da quello celeste.

Le spoglie di San Marco sono custodite nell’altare maggiore in marmo alle spalle del quale troviamo il capolavoro dell’arte orafa bizantina e veneziana, la “Pala d’oro”. Il vocabolo “pala” deriva dal latino “palla” ovvero stoffa ed rappresenta, il fregio posto dietro l'altare che abbellisce la zona riservata alla celebrazione. Essa fu commissionata dal Doge Ordelaffo Falier nel 1102 e raffigura, il Cristo, il Doge e molte scene dell'Antico e del Nuovo Testamento. La “Pala” viene aperta solo in occasione delle feste liturgiche, mentre, durante l’anno è coperta dalla cosidetta, “Pala Feriale”, un dipinto in legno realizzato nella prima metà del Quattrocento. 
Differentemente dal modello greco l'altare non è posto al centro della pianta a croce, ma sotto la cupola del presbiterio, posta ad oriente.
Il campanile della basilica che risale al X secolo, crollò il 14 luglio 1902; esso fu ricostruito in 10 anni mattone su mattone. Dalla cima del campanile è possibile ammirare una vista favolosa sui tetti e la laguna.



Orari e Prezzi

Novembre - Marzo/Aprile (Pasqua):

Basilica: 9.45 - 17.00 - Domenica e giorni festivi: 14.00 - 16.00 (ingresso gratuito)
Museo di San Marco: 9.45 - 16.45 (ingresso: interi 4 € , ridotti 2 € solo per gruppi superiori a 15 persone)
Pala d'oro: 9.45 - 16.00 - giorni festivi: 14.00 - 16.00 (ingresso: interi 2 € , ridotti 1€ solo per gruppi superiori a 15 persone)
Tesoro: 9.45 - 16.00 - giorni festivi: 14.00 - 16.00 (ingresso: interi 3 € , ridotti 1,50 € solo per gruppi superiori a 15 persone)
 
Marzo/Aprile (Pasqua) - Novembre:

Basilica: 9.45 - 17.00 - Domenica e giorni festivi: 14.00 - 17.00 (ingresso gratuito)
Museo di San Marco: 9.45 - 16.45 (ingresso: interi 4 € , ridotti 2 € solo per gruppi superiori a 15 persone)
Pala d'oro: 9.45 - 17.00 - Domenica e giorni festivi: 14.00 - 17.00 (ingresso: interi 2 € , ridotti 1€ solo per gruppi superiori a 15 persone) Tesoro: 9.45 - 17.00 - Domenica e giorni festivi: 14.00 - 17.00 (ingresso: interi 3 € , ridotti 1,50 € solo per gruppi superiori a 15 persone)



Come arrivare

Vaporetti della linea 1


Visita anche

Ponte dei Sospiri

Ponte dei Sospiri

Lo splendido Ponte dei Sospiri è situato poco distante da Piazza San Marco , scavalca il Rio di Palazzo e collega,...continua »
Palazzo Ducale

Palazzo Ducale

Mentre la Basilica di San Marco è sempre stato il simbolo del potere religioso di Venezia , il meraviglioso Palazzo Ducale...continua »