Facebook   Twitter   YouTube Channel
 

Vienna: Graben

Vienna- Graben

Il Graben, la “piazza allungata”, si estende a nord-ovest dell’incrocio tra Stock-im-Eisen-Platz e Karntnerstrasse ed è stata per oltre 5 secoli il cuore commerciale di Vienna; oggi è la più elegante isola pedonale della città, inaugurata nel 1974, con i suoi lussuosi caffè e negozi di cui alcuni sfoggiano ancora l’emblema “K.K.” o “k.u.k.”, equivalente austriaco del “Fornitore di Sua Maestà la Regina” mostrato dai più importanti negozi di Londra, e con i suoi palazzi storici in Jugendstil (stile Liberty). Essa mette in comunicazione l’Hofburg con la Stephansdom.


La piazza è valorizzata al centro dalla colonna barocca della Trinità, la “Pestsäule”, colonna della peste, opera di Fischer von Erlach ed eretta tra il 1681 e il 1693 per festeggiare la fine della peste che per oltre dieci anni aveva colpito la popolazione di tutta Europa. La colonna, alta circa 19 metri, rappresenta una massa amorfa di nuvole, santi e cherubini ed protetta da una rete metallica per difenderla dai piccioni. Accanto alla Pestsaule ci sono due fontane, che servivano  per proteggere la zona del Graben dagli incendi che sono stati una piaga devastante per il centro storico di Vienna. Le due fontane, dedicate a San Giuseppe e San Leopoldo, vengono chiamate appunto Josefbrunnen e Leopoldsbrunnen, e sono sormontate dalle statue dei relativi santi.

Su questa piazza affacciano i più belli edifici della città, progettati da grandi architetti, che oggi sono usati come case e uffici o attività commerciali. Un edificio molto importante è la Haas Haus, opera d’arte di Hans Hollein, decano dell’architettura moderna austriaca,  che rappresenta una delle costruzioni più straordinarie di Vienna di cui ne è l’orgoglio e nelle cui vetrate si riflette la cattedrale di Santo Stefano, che si trova proprio alla fine del Graben. Dai piani alti di questo edificio si può ammirare la cattedrale comodamente seduti ad uno dei più esclusivi caffè e ristoranti della città.
Di particolare imponenza è il neorinascimentale Equitable Palais, dotato di uno splendido cortile interno con rivestimenti in ceramiche ungheresi Zsolnay. Da notare anche la neoclassica Erste Osterrichische Sparkasse, che si trova all’incrocio con Tuchlauben e decorata da un’ape dorata che simboleggia la vita frugale e laboriosa, ed il Grabenhof, preceduto da un pittoresco loggiato di marmo rosso progettato da Otto Thienemann e costruito da Otto Wagner.

Tutto ciò che resta dell’età barocca (700) del Graben, oltre alla Pestsäule, è il Palazzo Bartolotti-Partenfeld, che si trova all’angolo con Dorotheergasse e fu realizzato da Johann Lukas von Hildebrandt. Molto curiose sono le toilette sotterranee in stile Liberty (Jugendstil).
 
Durante l’estate il Graben è invaso da cantanti e musicisti che si esibiscono per i passanti.
 



Come arrivare

Metro: U1, U3  - Stephansplatz
Autobus: 1A, 2A, 3A
 


Visita anche

Judisches Museum

Judisches Museum

Ospitato nel Palazzo Eskeles, in Dorotheergasse, realizzato in stile barocco, il Judisches Museum ,“Museo ebraico”...continua »
Burgkapelle

Burgkapelle

La Burgkapelle (Cappella Reale) si trova proprio sopra l’ingresso della Schatzkammer , essa è stata edificata...continua »
Minoritenkirche

Minoritenkirche

La Minoritenkirche è l’antica chiesa dei Frati Minori costruita in stile gotico francese. Il suo nome ufficiale...continua »