Facebook   Twitter   YouTube Channel
 

Vienna: Ringstraße

Vienna- Ringstraße

La Ringstraße, o più comunemente Ring, strada circolare, è una strada di epoca ottocentesca che circonda il centro storico di Vienna, la Innere Stadt, ed è una delle più eleganti del mondo.
Prima che fosse costruita questa strada, Vienna possedeva ampie zone non edificate appena al di fuori delle mura, i glacis, che separavano i quartieri periferici dalla Innere Stadt.
Nell’ottocento, in un epoca in cui tante città europee avevano già abbattuto le mura medievali, Vienna era ancora cinta da un enorme muro di difesa, fortificato con bastioni e circondato da spalti.

Nel 1857 l’imperatore Francesco Giuseppe I d’Asburgo ordinò l’abbattimento della cinta muraria e la realizzazione della Ringstraße, seguendone il tracciato. Questa strada fu pensata per dare alla capitale un volto da metropoli e donare alla alta borghesia e agli aristocratici un luogo dove passeggiare e dare sfogo alla Selbstdarstellung, la “rappresentazione di sé”. L’ elegante viale ricco di monumenti  fu inaugurato Il 1° maggio 1865 ma la sua costruzione fu ufficialmente completata nel 1880.

La Ringstraße si contrappone al modello proposto da Napoleone III e dal barone Haussmann a Parigi, costituito da ampi viali (boulevard), non trasformando i quartieri esistenti ma racchiudendoli in un viale circolare e dalle opere architettoniche maestose di stili diversi.

In realtà la ringstrasse non ha un vero e proprio andamento circolare ma bensì ad U, dato che a nord il viale è interrotto dal Danubio. Lunga 5,3 chilometri, comprende Stubenring, Parkring, Schubertring, Kärntner Ring, Opernring, Burgring, Dr.-Karl-Renner-Ring, Dr.-Karl-Lueger-Ring e Schottenring.
La nobiltà si affrettò a edificare dei fastosi palazzi lungo gli splendidi viali creando un vero e proprio stile il "Ringstrassenstil" (stile della Ringstrasse), che si distingue per la fusione di molteplici stili e per l’imitazione di numerose forme architettoniche di epoche passate.
Successivamente, alla fine del XIX secolo, il “Ringstrassenstil” fu abbandonato e si fece largo lo stile Liberty Viennese, che non amava l’esibizione di fasto e sfarzo.
Importanti architetti come Karl Freiherr von Hasenauer, Theophil von Hansen, Heinrich von Ferstel, Gottfried Semper, Friedrich von Schmidt contribuirono all’aspetto attuale della Ringstraße.

Lungo la Ringstraße troviamo numerose grandi opere, tutte con stili diversi e tutti costruiti nella seconda metà del XIX secolo, come il Parlamento, il Municipio (gotico fiammingo), l'Opera di Stato (neorinascimentale),  il Burgtheater (neobarocco), l'Università (neorinascimentale), il Museo di Arti Applicate, la Borsa di Vienna e la Votivkirche (neogotico) . Molto interessanti  sono anche il Museo di Belle Arti e il Museo di Storia Naturale, in stile neorinascimentale che ospitano splendidi tesori artistici e naturali e sono loro stessi due capolavori architettonici.

È possibile percorrere questa elegante viale viennese con il Ring Tram, che con un impianto multimediale fornisce informazioni audiovisive sulla strada. Il servizio del Ring Tram è disponibile ogni giorno dalle 10 alle 18 con partenze ogni 30 minuti e le fermate sono contraddistinte con il simbolo del Ring Tram.
Sul tram, che contiene 31 posti a sedere, ci sono schermi LCD che forniscono informazioni, in diverse lingue, sulle attrazioni che si trovano lungo il percorso.
Si può scendere dal tram a qualsiasi fermata secondo il principio Stop&Go e sono necessari appositi biglietti. 1 giro completo del Ring senza possibilità di scendere, durata 30 minuti;
Biglietto per il Ring Tram valido 24 ore: possibilità di salire e scendere ad ogni fermata, valido 24 ore.
Ogni giorno dalle 10 alle 18 (Partenza dell'ultimo tram per un giro intero del Ring da Schwedenplatz: ore 17.21)
Luglio e Agosto dalle 10 alle 19

Da vedere lungo il Ringstraße

Schottenring
Il primo edificio monumentale vicino alla Ringstraße è la Rossauer Kaserne, una grande caserma di mattoni rossi costruito tra il 1865 e il 1869. Insieme con l'arsenale e l'ormai ex caserma imperiale al Stubenring, essa fu costruita per sopprimere qualsiasi potenziale ribellione.
L'edificio più importante lungo lo Schottenring è la Börse, l'ex edificio di borsa, realizzato dall'architetto danese Theophil Hansen nel 1877 in stile neo-rinascimentale.
Alla fine dello Schottenring, al confine con Sigmund Freud Park, sorge la VotiveKirke, una grande chiesa in stile neogotico progettato da Heinrich von Ferstel. La costruzione della chiesa ebbe inizio nel 1856, prima ancora che fosse presa la decisione di demolire le mura della città.

Dr. Karl Rennerring e il Dr. Karl Luegerring
Questa sezione del Ring è chiamato in onore di due sindaci viennesi ed è il luogo dove è stato costruito il Rathaus, il municipio di Vienna. L'edificio in stile neo-gotico, con una cattedrale, come torre, è arretrato rispetto alla Ringstraße ed ha una  facciata molto elaborata con le tipiche guglie, pinnacoli, trafori e finestre decorate. Qui in inverno viene montata la Wiener Eistraum, una fantastica pista di pattinaggio sul ghiaccio e poi vengono organizzati i classici mercatini di Natale; in estate, invece, vengono organizzati il Life Ball, il Film Festival, e altre numerose manifestazioni, anche sportive.

Di fronte al Rathaus si trova Rathauspark, uno dei numerosi parchi che costeggiano il Ring. A nord il parco confina con l'edificio principale dell'università, un'altra creazione di Heinrich von Ferstel che influenzato dal suo viaggio in l'Italia, optò per un design in stile rinascimentale italiano.

Uno degli edifici più imponenti sulla Ringstraße è il Parlament, situato a sud del parco del municipio. Il parlamento è stato costruito in stile greco, con un frontale classico monumentale e decorato con statue, rilievi e gruppi scultorei. Una grande fontana ai piedi del palazzo mostra una statua della dea greca Pallade Atena sulla cima di un alto piedistallo.

Adiacente al Parlamento troviamo il Palais Epstein, opera di Theophil Hansen in stile alto rinascimentale e che è stata la residenza di una famosa e ricca famiglia ebrea. L’edificio ha un ampio atrio su cui si innalzano 4 piani con stanze sfarzosamente decorate. È possibile visitare l’interno del palazzo in abbinamento con l’adiacente Parlamento.

Di fronte al Rathaus c’è il Burgtheater, un bellissimo edificio inaugurato nel 1888 e che ospita il nuovo Teatro Reale. È stato progettato da Karl Hasenauer e Gottfried Semper e fu decorato con dipinti sul soffitto di Gustav Klimt e Franz Matsch.

A sud del teatro c’è il Volksgarten, un parco che è stato creato tra il 1820 - 1823 dopo che Napoleone aveva demolito una parte delle fortificazioni intorno alla Hofburg. Al centro del Volksgarten si erge una replica del Tempio di Efesto. L'originale si trova presso l'Antica Agorà di Atene, in Grecia.
Un ultimo edificio degno di nota nei pressi di questa sezione del Ring è il palazzo di giustizia, un edificio neo-rinascimentale progettato da Alexander von Wielemans Monteforte. Il suo atrio è coperto da una magnifica volta di vetro.

Burgring
Proseguendo in senso antiorario lungo la Ringstraße , si arriva al Burgring. Qui Francesco Giuseppe ha progettato la sua Kaiserforum, il Neue Burg  ampliamento del palazzo imperiale, l'Hofburg. Il Neue Burg si affaccia sul  Volksgarten e su Heldensplatz, appena a nord del Burgring, ed è un complesso aggiuntivo dell’Hofburg con una facciata curvilinea, costruito tra la fine dell’800 e inizio ‘900 ma mai completata a causa della caduta dell’Impero Austro Ungarico. Originariamente il progetto prevedeva la realizzazione di un’ala simmetrica a completamento dell’irregolare Heldensplatz.
Il balcone del Neue Burg è tristemente noto perché da qui Hitler annunciò l’annessione dell’Austria alla Germania nazista.
L’accesso alla Neue Burg si ha attraverso il Burgtor, una struttura celebrativa, dei primi dell’800, a cinque arcate e con una simbologia storica molto ambigua; infatti qui il 26 ottobre viene festeggiata la  Liberazione e l’8 aprile, anniversario della caduta del Terzo Reich, gli iscritti al partito liberal nazionale onorano i propri caduti.

In questa zona sono anche presenti il Naturhistorisches Museum, Museo di storia naturale e il Kunsthistorisches Museum, Museo di storia dell’arte, posti uno di fronte all’altro , l’uno la copia dell’altro e separati dalla verde piazza dedicata a Maria Teresa d’Austria, la Maria-Theresien-Platz,. I due edifici sono stati progettati dall’architetto Gottfried Semper e da Karl von Hasenauer in stile alto rinascimentale con colonne di marmo e monumentali scaloni. A sud-est di Maria-Theresien-Platz si trovano le ex scuderie reali, ora un complesso museale noto come MuseumsQuartier.

Opernring
Come suggerisce il nome, questa sezione della Ringstrasse è cosi denominato per la presenza della Staatsoper (Opera di Stato), edificio in stile neobarocco progettato da Eduard van der Nüll, e principale teatro dell’opera e della musica classica a Vienna.

Sin dalla creazione della Ringstrasse, quest'area è sempre stata la più affollata. Qui l'Anello si interseca con Kärntner Strasse, famosa via dello shopping che conduce dritta a Stephansplatz, il cuore della città vecchia.
A nord la Opernring confina con il Burggarten, che è stato realizzato nel 19 ° secolo come giardino privato per la famiglia imperiale.

Kärntnerring
Qui la Ringstrasse passa in secondo piano per la Karlsplatz, a sud, che ospita importanti edifici storici, in particolare il magnifico Karlskirche. Il Kärntnerring  porta a Schwarzenbergplatz, una grande piazza che prende il nome da uno dei tanti eroi di guerra austriaci.

Schubertring e Parkring
Un breve tratto della Ringstrasse noto come Schubertring - dal nome del compositore austriaco Franz Schubert - collega Schwarzenbergplatz con il Parkring. Qui lo Stadtpark è stato creato tra il 1858 e il 1862. Il parco, realizzato in stile paesaggistico inglese, è il più grande parco lungo la Ringstrasse. Lo spettacolo più popolare nel parco è una statua piuttosto sgargiante di Johann Strauss Jr.

Stubenring
La sezione finale della Ringstrasse è il Stubenring, che termina alla Donaukanal. Il primo edificio lungo lo Stubenring è il MAK, Museo di Arti Applicate (Museum für Angewandte Kunst), ancora un'altra creazione di Heinrich von Ferstel, ospitato in un edificio in stile neorinascimentale del 1871 con archi, volte e ballatoi riccamente decorati  che si affacciano su un grande cortile interno coperto da una vetrata. Il museo ospita una vasta collezione di manufatti rinascimentali,  rococò, barocchi, art decò e del Wiener Werkstaette ed è anche sede di molte mostre temporanee. Esso è visitabile gratuitamente ogni martedì sera dalle 18 alle 22.

Gli edifici monumentali, alla fine del Stubenring sono stati costruiti nel 1912, come gli uffici per il Kriegsministerium, il Ministero della Guerra. Il design roboante, neo-barocco è stata una creazione di Ludwig Baumann. Di fronte al complesso si trova una statua equestre di Josef Wenzel Radetzky, il celebre generale austriaco che ha ispirato Johann Strauss Sr. 's per la sua famosa Marcia di Radetzky.

In Georg Coch-Platz 2,in una zona un po’ più rientrata rispetto al Ring, ma ben in mostra, c’è il Palazzo della Postsparkasse (1904-1912),  opera di Otto Wagner, il più noto architetto del movimento secessionista. Questo edificio gli valse la vittoria del concorso per la Kaiserlich-Königliche Postsparkasse. Il progetto di questo edificio è molto innovativo per l’epoca è un edificio modernista ante litteram, le sue facciate, in marmo grigio sono tenute insieme da rivetti metallici che creano una decorazione e danno loro una moderna geometria. Il luminoso, atrio coperto di vetro merita una visita.

Dirigendoci in senso orario, da sud-est rispetto al centro storico, troviamo l’Urania, un edificio di fine ottocento, in Art Nouveau, progettato da Max Fabiani, nipote di Otto Wagner. L’edificio ha una grande cupola con un osservatorio astronomico ed attualmente è sede di seminari, corsi e conferenze. Al suo interno troviamo anche un teatro ed un cinema.
 



Visita anche

Kaisergruft

Kaisergruft

La Kaisergruft, costituisce il mausoleo nel quale sono custodite le 144 bare tra cui 12 di imperatori e 19 di imperatrici...continua »
Judisches Museum

Judisches Museum

Ospitato nel Palazzo Eskeles, in Dorotheergasse, realizzato in stile barocco, il Judisches Museum ,“Museo ebraico”...continua »
Minoritenkirche

Minoritenkirche

La Minoritenkirche è l’antica chiesa dei Frati Minori costruita in stile gotico francese. Il suo nome ufficiale...continua »